Terza Età

Percorsi di arteterapia per la terza età

E’ importante creare una situazione in cui la persona, interagendo con i materiali artistici, possa ampliare la gamma dei propri comportamenti esplorativi ed espressivi, raccontando la propria storia attraverso le proprie immagini interiori, talvolta aiutate ad emergere dall’osservazione di fotografie o raffigurazioni familiari. La persona anziana talvolta sperimenta momenti di ansia, di dipendenza, di malessere e di isolamento, di disagio: questi sentiti possono essere alleviati con il tempo solo attraverso l’accoglienza in un ambiente confortevole e attraverso una terapia che sappia trasmettere umanità, comprensione e amore. L’arte non va a lavorare sulle incapacità e sulla parte malata, ma lavora su quella sana e creativa, che ancora si può stimolare e mettere in moto: l’anziano si sentirà parte attiva e può condividere l’esperienza con altre persone, migliora e conosce le proprie risorse, scopre gli aspetti positivi di un esercizio.

L’arteterapia, attraverso i processi creativi individuali aiuta a un recupero della memoria, dell’entusiasmo, del senso di identità e aumentando il livello di autostima e di manualità

Sostenere l’anziano nella ricerca di modalità adattive di espressione delle emozioni, facilitando processi di auto ed etero-regolazione.

L’arteterapeuta rinforza le capacità residue e incentiva lo sviluppo di competenze emergenti, sostiene l’autostima tramite la convalida di iniziative e comportamenti autonomi.

Elena