Training Autogeno

Sul Concetto del Sapere – Premessa al Corso di Training Autogeno

Sono tre le parole chiave che bisogna tenere bene a mente quando si deve costruire un corso di qualunque genere: INFORMAZIONE, FORMAZIONE, ADDESTRAMENTO.

Il formatore deve, in primis, informare, dare delle nozioni generali su che cosa dovrà trasmettere ai corsisti. Dentro la parola in-formazione c’è già la parola magica che mi è venuta in mente per prima nella strutturazione degli argomenti del corso: la formazione! La formazione è un processo che è sempre mediato nella relazione. Ho, quindi, pensato: la differenza tra informazione e formazione è la relazione che si crea nel gruppo di partecipanti ed il risultato è tutto quello che i partecipanti (incluso il formatore) ci mettono dentro. In un certo senso, ogni corso può co-crearsi in maniera diversa da un altro anche se l’argomento è sempre il medesimo. Tutto questo è meraviglioso, altrimenti non si spiegherebbe perché, ormai, la maggior parte dei corsi, non vengano fatti online con tutti gli artifizi della tecnica che abbiamo a disposizione per raggiungere nuova conoscenza.

Viene poi il concetto di addestramento che è molto in voga nei nostri tempi, ci piace quando si aggiunge la parola training in qualunque cosa che facciamo. Non c’è bisogno che mi dilunghi sul perché Il Training Autogeno si definisca training. Ho ragionato sul fatto che molte delle cose proposte nei luoghi di lavoro e nei luoghi di svago (vedasi le palestre per esempio) sono, spesso, definite all’interno del concetto di addestramento. Io partecipante faccio fatica e mi alleno nel raggiungere un obiettivo. Tutto questo non è propriamente sottoscrivibile in un corso che insegni l’utilizzo del Training Autogeno. Chi verrà al corso capirà il senso della mia affermazione!

Voglio concludere questo piccolo articolo con l’ultimo pensiero che ho avuto durante la stesura dei materiali del corso: la differenza che c’è tra il sapere, il sapere fare ed il sapere essere.

Io so fare qualcosa e se non la so fare la posso apprendere. Quindi c’è un passaggio, non sempre facile da fare, che corre tra il sapere ed il sapere fare. Alla fine di un corso di Training Autogeno, in linea di massima, ho imparato a sapere fare gli esercizi del Training. Un punto, però, che non sempre viene considerato, è il passaggio dal saper fare al saper essere! Lascio volutamente un alone di mistero riguardo a cosa significhi questo. So, con certezza, che il Training Autogeno può modificare il mio saper essere.

Che fai? Non Vieni al corso?

Alberto

Training Autogeno 2018

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.